In caso di infiltrazioni di acqua ci sono casi in cui l'amministratore di condominio deve essere contattato necessariamente

Danni da infiltrazioni di acqua, quando occorre contattare l’amministratore

Nel caso in cui si notano i segni di infiltrazioni di acqua nel proprio appartamento si deve chiamare l’amministratore di condominio, se esso sta:

  1. sotto una parte comune dell’edificio (es. box auto sottostante il cortile comune, ecc.) ;
  2. sotto un lastrico solare o tetto di proprietà condpminiale o esclusiva.

Al contrario, devono essere avvisati i vicini se le infiltrazioni di acqua interessano un soffitto sopra il quale

  1. c’è un’unità immobiliare di proprietà esclusiva;
  2. il lastrico o terrazzo sovrastante è in uso esclusivo o in uso e proprietà esclusiva.

In quest’ultimo caso avvertire l’amminsitratore è doveroso poiché il condominio è corresponsabile di quella parte di edificio che funge da copertura dell’edificio (o di una sua parte);

Se ci sono infiltrazioni di acqua è necessario coinvolgere l’ammistratore del condominio fino a che non si dimostri che il danno proviene da parti di proprietà esclusiva e comunque per l’eventuale attivazione della polizza assicurativa, ove la stessa coprisse qual danno.

L’assicuazione è consigliabile, oltre che per motivazioni economiche, anche come strumento di gestione delle relazioni tra condomini.

Quando ci sono danni d infiltrazioni di acqua le tensioni in condominio aumentano.


La presenza di un’assicurazione risolve in poco tempo e con soddisfazione di tutti questo tipo di situazioni.

Nel caso di sua mancanza, al contrario, comincerebbero conflitti difficilmente risolvibili.

Se ti è piaciuto, condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.